Per San Valentino, un anniversario, un’occasione speciale o semplicemente per una giornata rilassante da passare in coppia, in Piemonte non mancano le occasioni per passare un week end all’insegna del romanticismo. Natura incontaminata, luoghi di grande interesse storico e architettonico, tradizioni locali ed enogastronomia d’eccellenza e di qualità sono gli ingredienti principali per un fine settimana poetico nelle nostre terre, tra emozioni e relax.

Si può scegliere di visitare alcune tra le regge sabaude più belle ed eleganti, immergersi nella natura incontaminata dei parchi e delle riserve naturali, lasciarsi trasportare dalla magia dei tanti borghi, fare un tour tra le cantine del Barolo e del Barbaresco o rilassarsi in uno dei tanti centri termali con vista sui panorami più belli d’Italia. La scelta è davvero ampia e ogni coppia può trovare il suo angolo di paradiso, dove passare qualche giorno indimenticabile.

In questo articolo, vi suggeriamo alcune tra le migliori attrattive turistiche per un week end romantico in Piemonte che vi riempirà il cuore di felicità ed emozione.

Il Castello Reale di Casotto, una delle regge sabaude più suggestive e romantiche

I Savoia hanno ricoperto il Piemonte di castelli e regge sempre eleganti, raffinate e suggestive, ma ce ne sono alcune che, più di altre, conservano un fascino del tutto particolare che le rende assolutamente perfette per un fine settimana romantico e sognante.

Uno dei castelli più incantevoli per la sua architettura e posizione geografica è sicuramente il Castello Reale di Casotto, nel comune di Garessio. Si trova a circa 1000 metri d’altitudine, circondato dalle splendide montagne e dai folti boschi della Val Casotto. Era una delle residenze preferite da Vittorio Emanuele II di Savoia, che qui amava cacciare e trascorrere lunghi periodi di vacanza in compagnia dei figli e della sua amata Bella Rosin.

La struttura è stata riaperta al pubblico nel 2020, dopo un lungo restauro, e al suo interno conserva molti arredi originali dell’epoca, provenienti anche dal Palazzo Reale di Torino e dal Castello di Agliè. Un gioiello d’arte barocca, dove però si può ancora respirare l’atmosfera intima della vita di corte, grazie ai numerosi oggetti personali lasciati intatti dai suoi abitanti originari, che sono stati esposti in modo del tutto informale, tanto che si ha l’impressione che il re e la sua famiglia abbiano appena lasciato la stanza.

Assolutamente da non perdere è la Cappella Certosina con le sue colonne in pietra simili a quelle della Chiesa della Gran Madre di Torino, il suo pavimento d’alta ebanisteria e la cupola completamente affrescata, che lasciano incantati per la loro bellezza, mentre l’area archeologica e la torre campanaria, raccontano il remoto passato di quest’area, quando ancora sorgeva l’antica abbazia certosina, che venne abbattuta per far posto all’attuale residenza reale. Un posto speciale e perfetto per un week end romantico e poetico!

Il Parco Naturale dei Laghi di Avigliana, un’oasi di pace e natura a pochi chilometri da Torino

Ad appena 20 chilometri da Torino e dominato dal profilo imponente della Sacra di San Michele, si trova il Parco Naturale dei Laghi di Avigliana, un’oasi di pace e relax, dove si può osservare la natura in tutta la sua straordinaria bellezza e varietà.

Il Parco venne istituito nel 1980 ai piedi del Monte Pirchiriano allo scopo non solo di salvaguardare il territorio e la natura del luogo, ma anche di integrare l’ambiente naturale con gli abitanti che risiedono nell’area della riserva, creando numerosi sentieri e percorsi, allestendo un ecomuseo della pesca e cercando di creare un rapporto di simbiosi tra le persone e il territorio in tutte le sue sfumature.

I Laghi di Avigliana sono di origine glaciale e si sono formati durante le due ultime grandi glaciazioni, avvenute tra i 230.000 e i 120.000 anni fa, e sono perfetti per gli amanti del birdwatching, che qui possono osservare numerosissime specie di uccelli stanziali e migratori, ma soprattutto offrono la possibilità, in particolare nel periodo estivo, di fare trekking facili e alla portata di tutti, praticare sport acquatici e trovare un po’ di refrigerio nella grande piscina naturale che è stata aperta nel 2020 nelle acque del Lago Grande.

Per completare la giornata, merita sicuramente visitare Avigliana, con il suo centro storico, il bellissimo castello medievale, la torre dell’orologio e la chiesa di San Pietro in stile gotico.

Volpedo, alla scoperta delle opere di Giuseppe Pellizza e del suo territorio

Quando si nomina Volpedo, viene immediatamente in mente il famoso quadro “Il Quarto Stato” del famoso pittore Giuseppe Pellizza, ma pochi sanno che questo piccolo borgo contadino, è annoverato tra i Borghi più belli e sostenibili d’Italia.

A prima vista, l’abitato di Volpedo ha una struttura un po’ disordinata e poco compatta, ma negli ultimi anni sono stati portati avanti diversi progetti di valorizzazione delle sue bellezze, mettendo in risalto architetture di chiara derivazione medievale, rinascimentale e barocca.

Sicuramente la notorietà di Pellizza, che nacque, visse e operò a Volpedo, ha dato un notevole impulso per la creazione di percorsi turistici alla scoperta della vita e delle opere di questo grande pittore, noto in tutto il mondo. A partire dalla Casa-Studio dell’artista, recentemente restaurata, ci si può letteralmente immergere in un mondo fatto d’arte e colori, ma anche di strumenti di lavoro quotidiani, libri e opere d’arte.

Un altro luogo assolutamente da non perdere, è il Museo Didattico Pellizza da Volpedo, un vero viaggio nella vita del pittore tra immagini, documenti originali e oggetti d’epoca. Infine, passeggiando per le vie del borgo, si possono ammirare tantissime riproduzioni pittoriche delle opere pellizziane, poste esattamente nei luoghi, da cui il pittore ha tratto ispirazione, in modo da avere un confronto diretto con gli scorci reali. Al termine del percorso, è d’obbligo avvicinarsi al lampione presente sulla piazza principale del paese per ammirare una riproduzione a grandezza naturale del “Quarto Stato”. Vi sembrerà di far parte dell’opera e di vedere i protagonisti avanzare verso di voi in modo molto suggestivo e realistico.

All’interno del borgo, sono da non perdere la Pieve Romanica di San Pietro, le case di via Torraglio e le Mura Spagnole, mentre appena fuori dal centro abitato si può passeggiare lungo il Sentiero Montà di Bogino, raffigurato anch’esso in un quadro di Pellizza da Volpedo.

Prima di ripartire, è indispensabile deliziare il palato con le fragole e le pesche di Volpedo. Una vera bontà ed eccellenza di questo territorio.

Un tour tra le cantine del Barolo e del Barbaresco

Il Piemonte è la regione che, più di altre, può vantare produzioni vinicole di alta qualità e d’eccellenza. Un tour tra le cantine del Barolo e del Barbaresco è sicuramente un’occasione esclusiva per andare alla scoperta dei segreti di questi vini, conosciuti e apprezzati in tutto il mondo, deliziando il palato con i sapori, i profumi e gli aromi del territorio langarolo.

Il Barolo viene definito “il re dei vini e il vino dei re” per il prestigio che con il tempo si è guadagnato sulle tavole più importanti a livello internazionale. I vigneti da cui nasce sono stati riconosciuti dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità per la loro importanza dal punto di vista culturale e di creazione di un territorio particolare e plasmato dalla mano dell’uomo. L’abitato di Barolo si fonde completamente nel paesaggio circostante con il suo imponente castello, le sue cantine e il suo borgo affascinante. Da qui si può partire per numerosi tour enogastronomici, alla scoperta delle eccellenze del territorio, con degustazioni presso produttori locali e pranzi gourmet, preparati dai migliori chef piemontesi.

Il territorio del Barbaresco è altrettanto affascinante e comprende i comuni di Barbaresco, Neive, Treiso e San Rocco, a sud del fiume Tanaro. Un territorio straordinario dal clima leggermente più marittimo, tra colline, castelli, borghi e paesaggi mozzafiato. Il vino Barbaresco è considerato la “regina” dei vini piemontesi per il suo gusto più morbido, donato da tannini che si producono più velocemente rispetto al Barolo, ma che richiedono comunque un lungo periodo di affinamento per regalare un sapore unico e inconfondibile.

Nella zona del Barolo e del Barbaresco vengono organizzati tantissimi tour, dai più esclusivi, con la possibilità di avere un autista con auto di lusso a completa disposizione per mezza giornata, a quelli per piccoli gruppi di visitatori, che possono disporre di guide e piccoli pulmini privati.

Un tour tra Barolo e Barbaresco è sempre l’ideale per tutte le coppie amanti dell’ottimo vino e delle eccellenze gastronomiche piemontesi.

Un romantico week end alle Terme Reali di Valdieri, tra splendidi paesaggi e acque termali

Un week end romantico è perfetto per rilassarsi e ritrovare un po’ di pace e tranquillità in compagnia della persona amata. Su tutto il territorio regionale, si possono trovare diversi centri termali, alimentati da acque che sgorgano naturalmente calde dalle profondità della terra.

Le Terme Reali di Valdieri sono da considerare un vero gioiello dal punto di vista architettonico e paesaggistico. Le proprietà benefiche delle acque termali erano già note in epoca rinascimentale e molto apprezzate dai componenti della famiglia Savoia, che qui amavano soggiornare per godere di momenti di benessere e di un panorama assolutamente mozzafiato.

Lo stabilimento si trova all’interno dell’Hotel Royal Centro Benessere di Terme di Valdieri, un edificio ottocentesco, dove si respira ancora l’aria nobile e aristocratica dell’epoca in cui venne edificato. Si trova immerso nella natura rigogliosa dei boschi e delle montagne della Valle Gesso, in una cornice sicuramente suggestiva, in cui è meraviglioso rilassarsi e dimenticare le fatiche quotidiane.

Le acque sgorgano da fonti sotterranee a una temperatura compresa tra i 64° e i 75°C e in ogni stagione dell’anno è possibile immergersi in favolose piscine all’aperto tra cascate e giochi d’acqua. Un vero paradiso per le coppie che amano prendersi cura del proprio corpo e passare momenti sereni e tranquilli tra massaggi, bagni di vapore e trattamenti estetici.

Il prossimo week end romantico organizzatelo in Piemonte, non rimarrete sicuramente delusi e sarà un’occasione imperdibile per conoscere e apprezzare ancora di più le bellezze che il nostro territorio può offrire.

Autore dell'articolo