Neive uno dei borghi più belli d’Italia

Al confine tra la provincia di Cuneo e quella di Asti troviamo uno dei Borghi più belli d’Italia e dei Borghi Sostenibili del Piemonte, Neive!

Una gita fuori porta a Neive uno dei borghi più belli d’Italia

Il borgo si sviluppa su due livelli: nel livello rialzato vi è la parte più antica, Borgovecchio Neive, invece in quello più basso c’è la zona moderna conosciuta come Neive Borgonuovo e attraversata dal torrente Tinella.

Neive
Uno dei borghi più belli d Italia 🇮🇹
Si trova in provincia di Cuneo nelle Langhe.
Ha un centro medioevale molto accentuato.
Lo consiglio di visitare in primavera.

📷 AlePhoto-Freelander (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Le origini di Neive

Neive deve il proprio nome a una nobile famiglia romana, la gens Naevia, che possedette il paese proprio nell’epoca dei Romani.

Peculiari strade in pietra ci conducono nel centro storico di Neive, situato nella posizione più elevata del paese, il cui aspetto è frutto del Medioevo, periodo in cui venne eretto un castello che andò distrutto nel 1276 durante la guerra tra il comune di Asti e quello di Alba.

La stessa sorte toccò al monastero di monaci benedettini, chiamato Monastero di Santa Maria del Piano, ma di questo è rimasta la Torre del Monastero, in stile romanico a pianta quadrata.

Langhe Roero e Monferrato… Neive… #stradadeivini

📷 G. Druetta (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Edifici storici da visitare a Neive

Molti sono i palazzi tipicamente in cotto che attirano l’occhio dei passanti, ma la dimora più antica di Neive è Casa Cotto, datata al principio del 1200.

I proprietari di questa casa erano una ricca famiglia di banchieri, i quali arredarono l’abitazione con particolare dedizione, ancora oggi si possono vedere i preziosi soffitti e i camini d’epoca.

Risale allo stesso periodo la Torre dell’Orologio o Comunale, considerata come il simbolo dell’autonomia, è stata realizzata durante il dominio degli astigiani, abbattuta e ricostruita varie volte sempre più alta.

Su una facciata della Torre dell’Orologio si può vedere una lapide funeraria romana, dedicata a Valeria Terza da suo marito Caio Aelio.

Al centro del borgo vecchio di Neive è situata Piazza Italia, luogo in cui sono collocate le sedi amministrative principali del paese.

Fra i palazzi amministrativi, quello di maggior rilievo è il Palazzo del Municipio, anche Palazzo Borgese, costruito seguendo uno stile elegante, semplice ma severo: è un edificio bianco con decorazioni di motivi ad archi.

Neive e Treiso nelle Langhe!!!Patrimonio dell’Unesco,giustamente!!!!Panorama unico❤️

📷 P. Negro (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Vini e sapori durante una gita fuori porta a Neive uno dei borghi più belli d’Italia

Le cantine del Palazzo ospitano la “Bottega dei Quattro Vini di Neive”, aperta a tutti, un luogo accogliente in cui avrete l’opportunità di degustare e acquistare i vini prodotti sulle colline neivesi: Barbera, Moscato, Dolcetto e Barbaresco.

Sempre rimanendo in tema enogastronomico, essendo Neive una terra di vini, non può mancare una visita alle aziende vinicole, molte sono ospitate all’interno di dimore signorili.

Una di queste è la dimora dei Conti di Castelborgo risalente al 1700.

L’ingresso al giardino della dimora è opera dell’architetto Giovanni Antonio Borgese, di cui sono rimasti tre archi e il cancello in ferro battuto su cui è installato lo stemma dei Castelborgo.

Edifici religiosi a Neive

Tra gli edifici religiosi, sono importanti le due cappelle cinquecentesche dedicate ai Santi Rocco e Sebastiano.

In particolare, la Cappella di San Rocco è situata appena fuori dalle mura meridionali del paese e congiunge la Casa Demaria del XVI secolo con il petit château dei Castelborgo. Gli altri due edifici sacri di Neive sono la Chiesa dell’Arciconfraternita di San Michele, opera del sopracitato Antonio Borgese, e la Chiesa dei SS. Pietro e Paolo.

Cosa fare a Neive

Arrivati a questo punto vi state chiedendo cosa potrete fare quando andrete a Neive?

Oltre alla visita del centro storico e dei suoi palazzi, l’attività dei turisti è “scollinare” le zone descritte da Fenoglio nei suoi romanzi.

Numerosi sono i sentieri attrezzati e segnalati da vari cartelli che si snodano tra le colline e i relativi vigneti; potrete percorrerli a piedi o in bicicletta o a cavallo.

Potrete anche ammirare la bellezza delle colline, che assumono colori spettacolari soprattutto in autunno, da uno dei punti panoramici di Neive.

Se avrete tempo, visitate il Museo della Donna Selvatica che è a ingresso gratuito. Questo museo è dedicato alla produzione della Grappa della Donna Selvatica, famosa in tutto il mondo. Ogni etichetta posta sulla bottiglia di questo distillato viene disegnata a mano e in ogni contenitore vengono aggiunte delle erbe immerse nel prodotto. La grappa e la dedizione con cui essa viene prodotta sono lo specchio del borgo di Neive, che è fortemente legata e radicata al suo passato.

Eventi da non perdere a Neive

La prima settimana di settembre ha luogo la Festa Vendemmiale, una delle manifestazioni più importanti per un paese legato alla tradizione della viticoltura; è un’occasione – per i turisti e per chiunque voglia conoscere questo borgo – per sorseggiare il vino locale e per assaggiare alcuni dei piatti tipici della cucina piemontese, come la bagna caôda, i tajarin al tartufo bianco, il coniglio al civèt, la torta di nocciole e molti altri.

Caratteristiche

  • Collina
  • Interesse paesaggistico e naturalistico
  • Interesse storico, artistico e culturale
  • Itinerari enogastronomici
  • Itinerari in bici
  • Itinerari in moto
  • Turismo sostenibile