In un mondo sempre più frenetico, dove il tempo sembra scorrere inarrestabile, c’è un evento che si distingue per la sua calma e riflessione, offrendo un’esperienza unica che unisce arte, cultura e spiritualità: la Lunga Notte delle Chiese.

Organizzata dall’associazione BellunoLaNotte.com in collaborazione con le Diocesi partecipanti, la Lunga Notte delle Chiese è un’occasione speciale che trasforma le antiche mura delle chiese in un palcoscenico per la musica, l’arte, le visite guidate, il teatro, le letture e tanto altro ancora. Questo evento, nato nel 2016, si ispira al successo della “Lange Nacht der Kirchen”, che da anni coinvolge centinaia di chiese contemporaneamente in Austria e in Alto Adige.

Come si svolge questa notte magica? Le nostre città si trasformano in una splendida cornice per una serie di iniziative culturali, con il coinvolgimento attivo delle Diocesi italiane, dei loro Vicariati alla Cultura, degli Uffici di Arte Sacra e delle Pastorali Giovanili. Si tratta di un evento ecumenico che unisce persone di diverse fedi e convinzioni in un unico momento di condivisione e scoperta.

Per chiunque, religioso o meno, questa è un’occasione imperdibile per immergersi nell‘atmosfera unica delle chiese e dei loro tesori artistici, in una veste sicuramente originale. Durante la Lunga Notte delle Chiese, i visitatori possono partecipare a una vasta gamma di eventi, tutti gratuiti e aperti a tutti.

Ecco alcune informazioni chiave su questo straordinario evento:

  • La prima grande rete dei luoghi di culto: La Lunga Notte delle Chiese rappresenta un’opportunità unica per coinvolgere la Chiesa nella vita sociale delle città, aprendo le porte delle chiese a tutti coloro che desiderano esplorarne la bellezza e la spiritualità.
  • Centinaia di eventi organizzati: Durante questa notte speciale, le città si animano con centinaia di eventi organizzati dalle numerose associazioni coinvolte, offrendo un’ampia gamma di attività culturali per tutti i gusti e le età.
  • Ingresso gratuito per tutti: L’ingresso alle chiese e agli eventi è totalmente gratuito, permettendo a chiunque di partecipare e godere di questa straordinaria esperienza senza alcuna restrizione economica.
  • Una notte bianca delle chiese: La Lunga Notte delle Chiese trasforma le nostre città in un’incredibile notte bianca, celebrando l’arte, la cultura e la spiritualità in un contesto unico e suggestivo.

Alla Ricerca di Significato: Il Tema di “TROVAMI !” per la Lunga Notte delle Chiese

Nell’edizione 2024 della Lunga Notte delle Chiese, un’invitante parola si erge come filo conduttore: “TROVAMI !”. Questo tema è più di un semplice invito; è una risposta al nostro bisogno di senso in un mondo che sembra sempre più caotico e privo di direzione. È un’esortazione a cercare, a esplorare, a scoprire.

In un periodo storico contraddistinto da incertezza e smarrimento, sentiamo la necessità di una spinta forte, di un invito deciso a guardare oltre le superficialità e a cercare il significato più profondo delle nostre esperienze e delle nostre vite.

Il tema “TROVAMI !” è una continuazione del quesito posto nell’edizione precedente, quando ci chiedevamo “DOVE SEI?”. Ma questa volta non è solo una richiesta di localizzazione fisica; è una richiesta di connessione, di scoperta reciproca, di ricerca interiore ed esteriore.

Per selezionare questo tema, sono stati coinvolti una squadra di volontari provenienti da diverse Diocesi e background culturali. Insieme, hanno esplorato un vasto campo di conoscenze che spazia dalla cultura alla religione, dalla musica alla narrativa, coinvolgendo anche diverse confessioni religiose. Questa diversità e questo ecumenismo rappresentano la ricchezza e la varietà delle comunità in cui la Lunga Notte delle Chiese prende vita.

Nell’atmosfera suggestiva e avvolgente della Lunga Notte delle Chiese, l’invito è quello di lasciarsi guidare dalla curiosità, per esplorare nuovi orizzonti e, soprattutto, cercare e trovare ciò che più risuona nel profondo del vostro cuore e della vostra anima.

La Lunga Notte delle Chiese rappresenta un’opportunità straordinaria per immergersi nella bellezza e nella spiritualità dei luoghi di culto, offrendo un’esperienza indimenticabile che unisce persone di tutte le età e provenienze per vivere un momento di riflessione e scoperta.

Per scoprire tutti gli eventi e le Chiese che partecipano clicca qui  La lunga Notte delle chiese

 

Seguici anche sui nostri canali social:

Potrebbe interessarti

Week-end del 21-23 Giugno 2024, cosa fare in Piemonte: sagre, eventi e mercatini

Il weekend del 22-23 giugno 2024 in Piemonte è un’occasione perfetta per immergersi in atmosfere suggestive e celebrare la bellezza della regione. Le notti romantiche nei borghi più belli d’Italia offrono scenari incantevoli per passare una romantica serata in compagnia della vostra dolce metà. Gli amanti del buon cibo potranno deliziare il palato con le […]

Sabato 22 Giugno ritorna la Notte Romantica nei Borghi più belli d’Italia

Torna la nuova edizione della Notte Romantica, un'affascinante serata a lume di candela da vivere nei Borghi più belli d'Italia. Come di consueto, l'evento avrà luogo durante il solstizio d'estate. La serata magica, organizzata con la collaborazione dell’associazione I Borghi più belli d’Italia, si svolgerà sabato 22 giugno 2024, segnando la nona edizione di questo [...]

Pedalare, cenare e ballare tra le vigne – 29 Giugno

Cosa ti aspetta:La giornata inizia con la possibilità di pedalare tra le vigne selezionando l’orario a voi più comodo:partenza ore 14:00partenza ore 16:00Il percorso è di circa 20 km e al ritorno potrete lasciarvi guidare in una visita alla cantina Gozzelino. Dalle 20:00 sulla suggestiva terrazza potrete gustare un menu stuzzicante con il Tour dell’Ape, […]

I 15 formaggi piemontesi più tipici e buoni da gustare in ogni occasione

Il nostro territorio è noto in tutto il mondo per il ricchissimo patrimonio enogastronomico, fatto di tradizioni e cultura millenarie. I formaggi piemontesi sono una delle eccellenze più apprezzate e sono il frutto di una storia antichissima e di un legame strettissimo tra l’uomo, gli animali e la natura delle nostre valli. Grazie alla grande [...]