Rocca dei Cavallari: un affascinante viaggio nel passato

Arroccato su uno sperone roccioso che si affaccia sulla Barraggia Biellese, l’antico Castello di Massazza, oggi conosciuto come “Rocca dei Cavallari” è uno degli insediamenti più antichi di questo territorio.

Per la sua posizione particolarmente strategica, per molto tempo il Castello di Massazza è stato al centro di aspre contese, mentre oggi è diventato un luogo davvero affascinante dove è piacevole rilassarsi o festeggiare un momento importante della propria vita.

Attualmente, la Rocca dei Cavallari è di proprietà privata e viene utilizzata per eventi privati e culturali, oltre che come cornice ideale per spettacoli musicali e teatrali.

Le antiche radici della Rocca dei Cavallari a Massazza

La Rocca dei Cavallari deriva da un semplice insediamento d’origine celto-ligure, probabilmente costituito solamente da un recinto e da una grande torre a base quadrata. La presenza di are celtiche, di cappelle votive e di alcune testimonianze di epoca templare, come la riproduzione di simboli della Croce trifogliata di San Maurizio, dimostrano che questo luogo era frequentato e abitato sin dai tempi più remoti.

Uno dei primi documenti, in cui si parla della presenza di una torre nel luogo in cui oggi sorge il Castello di Massazza, risale al 1239, quando un gruppo di biellesi vennero imprigionati nell’antica fortificazione. Inoltre, il Castello di Massazza viene raffigurato in un affresco nel salone del Castello di Gaglianico, che ne riproduce fedelmente la toponomastica, le mura, gli edifici e i camminamenti.

Sicuramente, il ruolo principale del Castello di Massazza era di carattere difensivo, ma veniva anche utilizzato come deposito di prodotti agricoli provenienti dalle proprietà circostanti e come ricovero per le greggi. Inoltre, la particolare pianta irregolare del castello dimostra che nel tempo vennero aggiunti diversi edifici, addossandoli gli uni agli altri e unendoli a diverse altezze.

Una particolarità davvero interessante della Rocca dei Cavallari è che le architetture più antiche sono state realizzate con ciottoli di fiume, disposti a spina di pesce, mentre l’alta torre è in scampoli di sasso e la rocchetta viscontea, edificata intorno al Quattrocento, presenta dei merli ghibellini e bifore tipiche dell’architettura lombarda dell’epoca.

Fino agli inizi dell’XI secolo il castello veniva gestito dalla diocesi di Vercelli, che nel 1039 lo cedette in parte ai Guala di Casalvolone e successivamente ai signori di Rovasenda, di Castelletto e di Roasio.

Nel 1335, i Visconti acquisirono la Rocca dei Cavallari, soprattutto perché in questo modo potevano controllare la via di comunicazione che conduceva a Biella. Questo periodo fu molto travagliato e nel XV secolo i signori di Massazza furono costretti a ricostruire gran parte della struttura, a causa dei danni subiti nel corso delle frequenti battaglie e incursioni.

A partire dal 1401, la Rocca dei Cavallari entrò a far parte dei possedimenti degli Avogadro di Massazza, ma pochi anni dopo venne acquisita dai Savoia, che la trasformarono in una raffinata residenza incastellata.

Con la morte di Prospero Flaminio nel 1690, si esaurisce la casata degli Avogadro e il castello viene ereditato dal Conte di Collobiano, cugino del defunto, diventando la sede di un’importante Scuola d’Agricoltura.

Come molti altri castelli e forti della nostra regione, alla fine della Seconda Guerra Mondiale anche il Castello di Massazza viene abbandonato e abitato solo in piccola parte fino agli anni Sessanta. Nel 1978 la famiglia Cavallari, attuale proprietaria del castello, iniziò un lungo lavoro di recupero delle strutture per farne la propria abitazione e in parte per utilizzarla per eventi, ricevimenti, banchetti e manifestazioni.

Oltre al minuzioso restauro di gran parte delle architetture e delle opere d’arte, la famiglia Cavallari ha realizzato un bellissimo Teatro Arena dall’acustica perfetta per spettacoli teatrali e musicali.

Cosa vedere alla Rocca dei Cavallari a Massazza?

Oggi, oltre al castello e alla rocchetta viscontea, un raro esempio d’architettura lombarda in Piemonte, vale sicuramente la pena ammirare la cappella dedicata a Sant’Antonio e Sant’Anna, che conserva un’abside d’epoca romanica, diversi affreschi trecenteschi e un bellissimo altare, tra i più antichi del territorio biellese.

Cosa fare alla Rocca dei Cavallari?

La Rocca dei Cavallari si trova in S.S. Trossi 230 a Massazza (BI) ed è un luogo esclusivo, adatto per matrimoni, battesimi, compleanni, feste ed eventi aziendali. Per informazioni è possibile visitare il sito https://www.castellomassazza.com/ oppure contattare i proprietari ai numeri 3358001258 oppure 0161852020.


Hai visitato la Rocca dei Cavallari? Condividi le tue emozioni con la grande community di Gite Fuori Porta in Piemonte! Ti aspettiamo anche su Instagram, Telegram, LinkedIn e sul nuovo canale WhatsApp!

 

Foto di copertina dal sito ufficiale www.castellomassazza.com

Caratteristiche

  • Interesse storico, artistico e culturale
Via Casetti, 1, 13873 Massazza BI