Il Forte di Fenestrelle la “Muraglia Piemontese”

Il Forte di Fenestrelle è la più grande fortificazione alpina d’Europa e si presenta come un complesso ininterrotto costituto da tre strutture  unite da un tunnel, che in ordine prendono il nome di: San Carlo, Tre Denti e Delle Valli.

Esso viene anche chiamato “Grande Muraglia piemontese” per merito della sua incredibile dimensione, che è pari ad una superficie di 1.350.000 mq che spazia su tutto il lato sinistro di Val Chisone, in provincia di Torino, coprendo una lunghezza di 3 Km distribuita su un dislivello di quasi 700 metri.

Il Fortezza di Fenestrelle fu inizialmente progettato con lo scopo di protezione del confine franco – piemontese, ma l’idea iniziale di Ignazio Bertola fu di fatto realizzata e completata solo un secolo dopo.

Restò inutilizzato e abbandonato per quasi cinquant’anni dopo il termine della seconda guerra mondiale, fin quando nel 1990 partì un piano di recupero con lo scopo di riaprirlo al pubblico.

Nel 1999 il Forte divenne il simbolo della Provincia di Torino.

Inoltre  nel 2007 il World Monuments Fund lo inserì nella lista dei 100 siti di importanza storica a livello mondiale più a rischio.

Nel tunnel sotterraneo che unifica i tre complessi si trova la  “Scala Coperta”,  composta da 4.000 scalini ed è di fatto la scala più lunga d’Europa che non si trova alla luce del sole. Una curiosità su questa è di certo il fatto che i suoi gradini furono ideati per i muli e che quindi le dimensioni siano davvero scomode per l’uomo, a tal punto da essere soprannominata “spacca gambe”.

L’altra scala per cui il Forte è molto rinomato è quella detta “Scala Reale”, che è esterna e veniva utilizzata dal Re quando era in visita, ma anche qui troviamo gli scalini di dimensione analoga ai precedenti e quindi non “a portata d’ uomo”.

Forte di Fenestrelle detto anche la grande muraglia piemontese, peccato che le foto non rendono l’imponenza del luogo. Meraviglioso 😍

V. Martini (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Il Forte di Fenestrelle

FORTE SAN CARLO

San Carlo è indubbiamente la struttura più rilevante tra le tre, infatti all’entrata di questa si trova la Porta Reale, l’ingresso della fortezza riservato alle persone più importanti che vi avrebbero fatto visita. In aggiunta è anche la sede del Padiglione degli Ufficiali e del Palazzo del Governatore, oltre ad essere il luogo da dove parte la famosa Scala Coperta.

La chiesa di questo Forte è l’edificio religioso più grande mai realizzato in Europa all’interno di una fortezza alpina. Purtroppo ai giorni nostri non svolge più la sua funzione religiosa d’origine  ma ospita numerosi concerti e mostre di un’importanza non indifferente.

FORTE TRE DENTI

Il nome di questa struttura, che è la più antica del complesso, deriva dalla presenza dei tre spuntoni di roccia che il paesaggio presenta in questo punto. La sua costruzione fu grazie ad un generale francese, ma il suo aspetto che possiamo ammirare ancora oggi è solo per merito della famiglia dei Savoia, che dopo un trattato prese il controllo del Forte Tre Denti e lo ampliò cambiando quasi totalmente il suo prospetto.

Qua possiamo trovare la Garitta del Diavolo, un osservatorio che si trova su uno strapiombo di oltre 20 m, e un interessantissimo acquedotto sotterraneo che percorre 420 m nelle profondità della montagna.

FORTE DELLE VALLI

Il Forte delle Valli è composto da 3 ridotte che in origine erano circondate da profondi fossati e che si chiamano: la Ridotta Sant’Antonio, Ridotta Belvedere e Ridotta dell’Elmo.

Inoltre questa struttura era custodito all’interno di potenti e massicce mura.

Ciao a tutti questo weekend siamo stati al forte di Fenestrelle, consiglio di visitare questo bellissimo posto e il panorama è stupendo🥰🤗💚

M. Lucarelli (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Forte di Fenestrelle visite e tour

Ci sono molteplici possibilità di scelta per come visitare questo luogo dall’incredibile storia. Una delle più interessanti è certamente la Passeggiata Reale, dalla durata di circa sette ore e che prevede una vista pressoché totale del Forte. Infatti scegliendo questa modalità piuttosto escursionistica si percorre per intero la Scala Reale salendo poi come culmine del tour a quota 1800 mt.

Se si preferisce una visita dalla durata minore ma comunque di un interesse non indifferente si può decidere di fare il Viaggio dentro le Mura, che prevede due turni durante la giornata tra cui scegliere, dalla durata di 3 ore ciascuno. Si visitano diversi palazzi, tratti della Scala Coperta e della Scala Reale e l’incredibile punto panoramico che prende il nome di Garitta del Diavolo.

Se invece si ha un lasso di tempo limitato “Alla scoperta del San Carlo” è la scelta giusta. Dura all’incirca un’ora  e si concentra soprattutto sull’incredibile storia del Forte di Fenestrelle e del magico luogo che lo circonda, visitando inoltre approfonditamente il Forte San Carlo.

Altre visite sono per esempio il Museo Come alla corte del Re, la Collezione del Governatore  e il Racconto delle Antiche Mura. Quest’ultimo è particolarmente interessante in quanto consiste in una rievocazione notturna all’interno della fortezza, che ha lo scopo di raccontare la storia e i segreti del posto.

Forte di Fenestrelle come arrivare

Il Forte di Fenestrelle è facilmente raggiungibile da Torino prendendo la tangenziale verso Pinerolo, per poi percorrere la strada statale SSR 23 dopo essere arrivati a Perosa Argentina.

Quest’ increndibile località è anche raggiungibile in treno o tramite i bus della linea Sadem.

Cosa fare vicino al Forte

Dopo aver visitato il Forte di Fenestrelle si può decidere di dare un’occhiata alle svariate attrazioni che vi sono in prossimità di questo. Come primo esempio sicuramente ci sono i murales di Usseaux, incredibili opere d’arte che si possono ammirare lungo un borgo incantato che pullula di mille sfumature di  colori e fiori. Questo paese si trova a soli 2,7 km da Fenestrelle.

Un altro interessante esempio è il Colle delle Finestre a meno di 4 km dal Forte, che si può attraversare in auto oppure optare per un giro in bicicletta o per una passeggiata per assaporare l’aria di montagna in pace e tranquillità.

Altre attrazioni meno vicine ma sempre facilmente raggiungibili sono l’ Ecomuseo delle Miniere e della Val Germanasca e l’ Arco di Augusto.

Caratteristiche

  • Interesse storico, artistico e culturale
  • Montagna