Ostana uno dei borghi più belli d’Italia

Siete mai stati ad Ostana? No? Continuate a leggere e scoprirete un paese che fa parte dei Borghi più belli d’Italia e dei Borghi Sostenibili del Piemonte.

Pianifichiamo una bella gita fuori porta in Piemonte ad Ostana!

Il suo nome deriva da Augustana in riferimento al mese di agosto, in quanto questa zona era destinata al pascolo estivo.

Ostana, il più piccolo borgo tra i più belli d’Italia, si trova nella Valle del Po, in provincia di Cuneo, e gode di una posizione soleggiata e panoramica sul Monviso.
Il comune in questione viene citato per la prima volta nel 1322 in occasione della cessione del feudo Austane da parte di Manfredo IV di Saluzzo ai marchesi Manfredino e Oddone del Carretto per estinguere un debito di circa 10 mila lire genovesi.

Quattro ore sono il tempo che si impiega a percorrere Ostana e le sue borgate ed è il modo migliore per conoscere e scoprire le bellezze di questo borgo spinto da una grande volontà di rinascita. Si parla di rinascita perché la comunità di Ostana ha ripristinato le strade che collegavano le varie borgate che costituiscono il comune; ha inserito cartelli segnaletici nei punti più importanti; ha risistemato le antiche abitazioni in legno e pietra; ha recuperato le tradizioni occitane tipiche, dimostrando così amore per la propria terra che stava cadendo lentamente nell’oblio.

Ostana provincia di Cuneo novembre 2019

📷 D.B.C. Coriasco (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Curiosando e visitando Ostana

La prima tappa del percorso che vi proponiamo è La Villo – Villa in italiano – che è la sede del municipio, davanti al quale vediamo sventolare la bandiera occitana: un simbolo di una tradizione e di una lingua che non si vogliono perdere, ma si cerca di valorizzarle in un periodo di omologazione come quello in cui viviamo.

Dopo circa 100 m si entra sulla strada comunale che porta alla borgata Champanho, o Ciampagna, che è ricco di frassini e aceri e in estate si colora di rosa perché si riempie di garofanini. Percorrendo la strada su cui ci si è immessi, si incontra la casa dei Marchetti e ci si inoltra in una faggeta che dà la vista sul Monviso. Si superano due piccoli fiumi, si incontrano le piante, numerosissime in questa ziona, di maggiociondolo il cui rametto posto sulle porte delle stalle è simbolo di buon augurio.

Borgata di Ostana (cn) uno dei borghi più belli d’Italia

📷 S. Rasetto (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Si attraversano alcuni nuclei disabitati e si arriva alla borgata di La Ruà, o Bernardi, e a quella di Miribrart, anche Sant’Antonio. L’ultima borgata citata è peculiare perché presenta case addossate le une alle altre e gli insediamenti estivi in quota con i pascoli sospesi. Ci sono progetti per Miribrart, infatti si stanno recuperando i muri delle case e si sta organizzando la realizzazione di un albergo diffuso e di un ecomuseo dell’architettura alpina.

Sulla strada verso La Villo ci si imbatte in San Bernardo, nella cui chiesa è stato recuperato un affresco del periodo medievale.
Se andate verso SamicoulàouSan Nicolao – vedrete sicuramente le barme. Sapete cosa sono? Sono dei ripari sotto la roccia che venivano utilizzati come delle celle in cui conservare il latte o mettere al sicuro i bovini durante delle intemperie.

Se raggiungete i 1635 m di altezza, al Pion da Charm, incrociate l’itinerario dei pascoli, il tracciato dei tratturi.
Da questo punto la vista è sempre più spettacolare, perché la catena alpina e il Monviso si dispiegano davanti ai nostri occhi.

OSTANA Cn
certificato tra i Borghi più belli d’Italia

📷 E. Vallome (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Cosa potrete fare a Ostana?

Oltre a scoprire il borgo con le sue caratteristiche uniche, in inverno potrete salire fino a 2300 m di Cima Ostanetta, dove avrete modo di praticare sci o utilizzare le racchette; in estate potrete dedicare il vostro tempo agli itinerari escursionistici tematici illustrati precedentemente: le borgate, le mèire e i pascoli.
Per gli appassionati di arrampicata, è presente una palestra artificiale per le gare nazionali.

Per approfondire la vostra scoperta su questo piccolo ma affascinante borgo, potrete recarvi al Museo Etnografico di Ostana e entrare nel Palazzo Comunale che è aperto in estate, ma se vorrete visitarlo durante il resto dell’anno basterà prenotare una visita. Sono stati rielaborati e riproposti degli ambienti tipici del passato, sono presenti delle ricostruzioni della stalla e della cantina, dove sono stati inseriti degli attrezzi e degli oggetti della vita di montagna.

Eventi a Ostana

Per entrare nel vivo della vita di Ostana e delle sue borgate, ad agosto si svolge la Festa del Pane a La Ruà, festa in cui si accende il vecchio forno a legna e si cuoce il pane per tutti. Verso la fine di dicembre, invece, ha luogo la Caccia alla Masca, una caccia alla strega che cerca di ripristinare l’aspetto magico del mondo occitano. Esiste anche l’assegnazione di un premio letterario nel mese di giugno, che è rivolto a scrittori di minoranze linguistiche, che utilizzano quindi la lingua territoriale, motivo per cui si chiama “Premio Ostana Scritture in lingua madre”. A settembre invece viene assegnato il Premio letterario nazionale in lingua d’oc.

Vi piace visitare dei luoghi nuovi e assaggiare dei piatti tipici? Ad Ostana il piatto tipico per eccellenza è la polenta di patate e grano saraceno servita con formaggio, salsa di zucca (banho dë cousso) e con la banho dal jòous, cioè la cosiddetta “salsa del giovedì”, realizzata con il latticino residuo dalla preparazione del burro, che appunto avveniva nella giornata di giovedì.

Caratteristiche

  • Escursionismo
  • Interesse paesaggistico e naturalistico
  • Itinerari a piedi
  • Itinerari in bici
  • Itinerari in camper
  • Itinerari in moto
  • Montagna
  • Turismo sostenibile