Garbagna uno dei borghi più belli d’Italia

Tra i 14 borghi piemontesi inclusi all’interno dell’associazione dei Borghi più belli d’Italia, c’è anche il Comune di Garbagna inserito nel 2015.

Vale la pena organizzare una gita fuori porta in Piemonte anche a Garbagna!

Questo borgo di origine medievale e dalla forte impronta ligure si si trova in provincia di Alessandria, nella Val Grue al confine con la Liguria, e il suo nome deriva dal latino garbus, cioè cespuglio.

Garbagna. Il paese delle ciliegie.

📷 V.E.M. Tindara (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Cosa vedere a Garbagna: l’arte tra le colline di ciliegi

Il cuore del paese è Piazza Doria, dedicata al principe Doria che era il signore di Genova e di Garbagna. In questa piazza rinascimentale si trovano il Palazzo Doria e l’Oratorio di San Rocco, costruito nel 1580 a seguito della peste.

A catturare lo sguardo dei turisti sono quattro grandi ippocastani piantati nel 1853; al centro di questi vi è un arco, posto dove sorgeva un’antica fonte d’acqua che era utile a tutta la popolazione.

Nella Contrada si concentrano le attività commerciali e artigianali, infatti sono numerose le botteghe che si possono vedere. La contrada si snoda fra le case del centro, zona in cui si nota particolarmente bene il fascino storico degli edifici e l’impronta ligure.

La chiesa parrocchiale di Garbagna è quella di San Giovanni Battista Decollato, il patrono del paese. Questa chiesa con pianta ottagonale è stata costruita nel 1714. Gli elementi di particolare rilievo che sono contenuti all’interno sono il seicentesco organo e la tela, fra le tante opere d’arte, del “Battesimo di Cristo” realizzata da Guglielmo Caccia il Moncalvo.

Garbagna: fredda e umida ma regala comunque una bella gita!

📷 M. Nicosia (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Il centro abitato è sormontato dall’altro simbolo del borgo, ovvero il Castello, un perfetto punto panoramico e luogo per delle passeggiate romantiche. Il Castello di Garbagna è di origine medievale e ancora oggi si ha la fortuna di poter ammirare ciò che resta della cinta muraria, della torre di avvistamento e anche della porta d’ingresso.

Un altro luogo d’interesse è il Santuario della Madonna del Lago, risalente al 1300 ed è raggiungibile con una passeggiata nel bosco lunga 2 km. Esiste una leggenda che narra l’apparizione della Madonna ad una fanciulla che pascolava il gregge; la Madonna restituì la parola a questa pastorella muta.

GARBAGNA – ( AL )
E’ nell’elenco dei Borghi piu’ belli d’Italia

📷  Foto e copertina F. Bagnasco (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Eventi  enogastronomici a Garbagna

Se vorrete far coincidere la vostra visita con una festa locale, di seguito vi riportiamo quelle principali. Ogni anno a maggio si tiene una festa in onore della Madonna del Lago, in cui gli abitanti preparano dei piatti tipici.

A giugno invece si svolge la sagra della ciliegia, prodotto simbolo di Garbagna. Un’altra sagra è quella delle castagne che avviene nel mese di ottobre.

Il 16 agosto si celebra la festa di San Rocco, in cui ha luogo la processione notturna tradizionale e il dono delle torte ai fedeli.

Durante la festa patronale, l’ultima domenica di agosto, Garbagna è animata da un concerto in cui partecipano organisti di fama internazionale.

Prodotti tipici di Garbagna

Se sono tanti gli aspetti architettonici da apprezzare a Garbagna, sono altrettanti quelli gastronomici.

Le famiglie garbagnole preparano la torta salata di riso per il terzo venerdì di maggio, quando festeggiano la Madonna del Lago, ma se volete assaggiarla la troverete nei ristoranti in qualsiasi giorno dell’anno.

Potrete anche gustare il salame del Giarolo, a grana grossa, chiamato anche nobile perché viene prodotto con la coscia, cioè la parte “nobile” del maiale.

In questa terra non mancano nemmeno il pregiato tartufo bianco e i funghi, che vengono impiegati in cucina in diversi modi: il tartufo viene grattugiato sui taglierini in bianco, i funghi invece vengono fritti, vengono mangiati tritati in insalata verde o conservati secchi per consumarli durante tutto l’anno.

Tra i dolci si ricordano le castagnette, grossi un po’ meno di una castagna e come indica il nome ne ricordano la forma, ma gli ingredienti sono lo zucchero, l’albume e le mandorle tritate.

Garbagna è celebre per la ciliegia bella di Garbagna, varietà di ciliegie presidio Slow Food, di un particolare rosso intenso e molto croccante, infatti se conservata sotto spirito mantiene la sua consistenza e integrità. La ciliegia di Garbagna, raccolta dai giovani con i loro cesti di giunco, è molto ricercata come ripieno per i boeri e per la produzione di confetture.

Per vivere un’esperienza in cui la cultura, l’arte, il paesaggio e la gastronomia si sposano alla perfezione vi consigliamo di scegliere Garbagna per la vostra prossima Gita fuori porta in Piemonte!

Caratteristiche

  • Interesse storico, artistico e culturale
  • Itinerari a piedi
  • Itinerari enogastronomici
www.comune.garbagna.al.it