Bardonecchia: comune olimpico dal paesaggio unico

Bardonecchia è un paese situato a 1312 metri di altitudine, in alta Val di Susa.

Si trova a circa 90 km da Torino, al confine con la Francia ed è situato in una vasta conca in cui convergono quattro valli: Rochemolles, Frejus, Rho e Melezet con la Valle Stretta.

È una località facilmente raggiungibile con ogni mezzo; per chi si muove in automobile, è consigliata l’autostrada A32 (Torino-Frejus) oppure le strade statali SS 24, SS 25 e SS 335 della Valle di Susa.

Chi invece si sposta in treno, può farlo lungo la ferrovia internazionale Milano-Parigi, di cui Bardonecchia è l’ultima stazione italiana all’imbocco del traforo del Frejus, oppure lungo la linea Torino-Bardonecchia.

Cosa fare a Bardonecchia

Per i più sportivi a Bardonecchia si possono praticare tutti gli sport e le attività outdoor: trekking, nordic walking, tennis, calcio, mountain bike, escursioni a piedi, vie ferrate, beach volley, adventure park, arrampicata sportiva, free climbing e golf.

Bardonecchia è nota in tutto il mondo per essere la patria dello sport invernale o estivo che sia. Nei mesi più freddi rappresenta un ottimo punto di partenza per raggiungere le migliori piste da sci della nazione, in estate rappresenta invece l’oasi perfetta per le corse in bicicletta.

Sono sicura che molti conoscono Bardonecchia, ma per chi non ci fosse mai stato Bardonecchia è una elegante località di villeggiatura, non solo una stagione sciistica che si trova al fondo della Valle Susa al confine con la Francia, con le regioni della Maurienne/Savoia a nord e del Brianconnese a sud.
Bardonecchia ha una posizione privilegiata in mezzo ad una conca che è la confluenza di 5 valli che le dona un clima molto soleggiato ed asciutto in ogni stagione.
In autunno il borgo alpino mostra il meglio di sé, tra boschi e giardini privati, scenari alpini ed eleganti ville 900
Giulia Garbi
milanese, turista e anche un po’ anche abitante a Bardonecchia 😊

📷 G. Garbi (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Cosa vedere a Bardonecchia

L’antico centro abitato di Bardonecchia è costituito dal cosiddetto “Borgovecchio“, raccolto attorno alla Chiesa Parrocchiale di S.Ippolito.

È stato recentemente oggetto di interventi di riqualificazione ambientale come il rifacimento dell’impianto di illuminazione e la posa di elementi di arredo urbano.

Borgo vecchio
BARDONECCHIA

📷 L. Atzori (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

La chiesa parrocchiale è dedicata a Sant’Ippolito e a San Giorgio ed è di notevole interesse per l’arredo interno.

Dell’edificio risalente al XIII secolo rimane solamente il campanile romanico.

Nella piazza della Chiesa si affaccia il Museo Civico: museo etnografico che raccoglie molte interessanti testimonianze della cultura materiale locale, oggetti, mobili ed attrezzi nonché antichità di carattere religioso.

Due piani dedicati alle testimonianze di una storia rurale che inizia nel 1954.

In alcune vie del Borgovecchio, sulle pareti delle abitazioni esposte, sono ancora presenti alcune meridiane.

Inoltre, si scorgono i ruderi della Tur d’Amun, la torre maggiore dell’antico castello dei Signori di Bardonecchia risalente probabilmente al XV secolo.

Tra le cose da vedere a Bardonecchia vi è il Palazzo delle feste, un edificio in stile Liberty diventato il Centro Congressi di Bardonecchia, il Forte Bramafam e il suo museo, la Batteria Jafferau e la Batteria del Foëns, la Galleria e le grotte dei Saraceni.

Dal Borgovecchio si può raggiungere direttamente la Frazione Les Arnauds tramite la passeggiata del canale.

Il centro storico di Bardonecchia è collegato al Borgonuovo dalla centrale Via Medail, il cuore turistico di Bardonecchia: negozi, botteghe, sale giochi, gelaterie, pasticcerie, ristoranti e bar si aprono sui lati della strada, affollata di turisti nei periodi di alta stagione.

Dal centro storico, raggiungendo la Valle della Rho e quella del Frejus, si arriva a Modane, primo centro francese allo sbocco del tunnel del Frejus.

Anche la zona del cosiddetto Sottopasso è ricca di negozi, bar, ristoranti e locali pubblici e ospita il mercato nelle mattinate del sabato.

A duecento metri dalla piazza, in direzione Rochemolles, si trova lo storico imbocco della Galleria ferroviaria del Frejus.

📷 R. Mellica (Dal Gruppo Facebook Gite fuori porta in Piemonte)

Bardonecchia: cosa mangiare…

Una delle specialità di Bardonecchia e della Val di Susa sono i gofri (cialde sottili da gustare sia in versione salata, farciti con salame, pancetta, prosciutto e formaggio, sia in versione dolce ricoperti di miele, marmellata o crema al cioccolato) e la Fujasa (focaccia dolce di pasta lievitata arricchita con uva passa e profumata con un goccio di grappa).

Tra i primi piatti si consigliano le ghinefle (gnocchi di patate nel cui impasto possono essere presenti verdure di stagione tritate, soffritto e mollica di pane di segale, cosparsi di burro e toma gratinati), le cahlette (gnocchi preparati con patate, uova cipolla e lardo conditi con funghi o erbe),  la soupe grasse (zuppa a base di segale, toma, burro, brodo, cipolla, noce moscata e bacche di ginepro), la torta di San Pietro (purea di patate, fave e castagne lesse legata con uova), il risotto con le castagne e la minestra con orzo e le castagne.

Tra i secondi spicca senz’altro la Fricassà mescià (fritto misto, con vari pezzi di carne).

A livello caseario, un formaggio sicuramente da assaggiare è la Toma del lait brusc (formaggio vaccino crudo, dal sapore forte e deciso e tra i dolci i canestrelli (alla vaniglia o al cacao) e le paste di Melia.

…e cosa bere

Sui pendii della Val Susa vengono coltivati vitigni autoctoni da cui si ottengono vini unici ed interessanti.

A questi si affiancano Il barbera, il dolcetto, il neretta cuneese e il carcairun (gamay).

Per concludere il pasto si consiglia il San Sebastiano (detto “vino del Ghiaccio” per il particolare procedimento produttivo che prevede una vendemmia tardiva, con i grappoli lasciati sul tralcio fino al periodo invernale).

Caratteristiche

  • Escursionismo
  • Interesse paesaggistico e naturalistico
  • Itinerari a piedi
  • Itinerari enogastronomici
  • Itinerari in bici
  • Itinerari in camper
  • Itinerari in moto
  • Montagna